Maniero Umbro

  • big276_1
  • big276_2
  • big276_3
  • big276_4
  • big276_5
  • big276_6
  • big276_7
  • big276_8
  • big276_9
  • big276_10
  • big276_11
  • big276_12
  • big276_13
  • big276_14
  • big276_15
  • big276_16
  • big276_17
  • big276_19

Codice : 1171

  Trattativa riservata - Castelli
2000 Mq circa Umbria Stampa

L’Immobile, costituito prevalentemente da muri in pietra, mattoni antichi a vista e da parti intonacate, si estende su una superficie interna di oltre 2000 mq. utili (oltre circa 500 mq. di soffitte) sviluppandosi in quasi 100 stanze. La pertinenza di terreno che lo circonda è di circa 8500 mq., prevalentemente piantumato, con alberi secolari d’alto fusto (querce e lecci) parco e giardino a terrazzamenti degradanti fino alla piscina. Quest’ultima denominata Piscina delle Quattro Stagioni è posizionata ai piedi delle mura del Castello ed è del tipo “a skimmer” di forma rettangolare con uno dei lati corti a forma di semiluna, provvista di scala romana. La piscina presenta una lunghezza di mt. 12,5 ed una larghezza di mt. 6, ed è provvista di vasca idromassaggio termale di 8 mq. del tipo Jacuzzi, con aromaterapia e cromoterapia. Adiacente alla piscina vi e’ un pozzo in pietra e mattoni antichi. Il Chiostro interno e Antico Cortile del Castello circondato da un elegante porticato a forma di “L”, è racchiuso nella parte del fabbricato che guarda a nord-ovest, con al centro un altro pozzo-cisterna in mattoni antichi tutt’ora funzionante.

Il Castello è composto principalmente da tre nuclei architettonici originali in rappresentanza di tre epoche storiche:

  • L’Epoca Medioevale (risalente al XII sec.), rintracciabile nelle mura di cinta in pietra di grande spessore (anche oltre 2,5 mt.) che confluiscono nella grande e possente Torre Longobarda (alta circa 36 mt., di forma quadrata e divisa su cinque livelli).
  • L’Epoca Rinascimentale (risalente al XV-XVI sec.) che costituisce il corpo principale del Castello formato dal suo Mastio o Torrione principale (denominato anche Torre degli Sposi) di forma rotondeggiante (diviso su cinque livelli inclusa l’Antica Cappella) e unito al nucleo principale del Castello.
  • L’Epoca Neo-Gotica (risalente al XIX sec.) che rappresenta quella parte del fabbricato unita al nucleo rinascimentale, che si affaccia sul Borgo interno e sul Vicolo dell’Ulivo e che racchiude alla sua sommità la Torre Belvedere. Questa porzione del Castello è l’unica a presentare muri perimetrali intonacati color rosa antico.

Gli interni, oltre ai grandi saloni di rappresentanza, alle sale storiche, ai lunghi corridoi abitabili, ai numerosi pianerottoli e vani scale abitabili ecc. si compongono di: 7 suite matrimoniali ognuna con salottino ampi bagni o salle de bain attrezzate con le più moderne tecnologie, quali vasche e docce idromassaggio con aroma-terapia cromo-terapia ozonoterapia e bagno turco.
Le Suite sono denominate: Contessa, Dama Bianca, Borgia, Gotica, Vergini, Torre degli Sposi, Cavaliere.
Gli Appartamenti Padronali, disposti su due piani, presentano 4 camere da letto matrimoniali (ognuna con bagno indipendente ipertecnologico).
Le camere sono denominate: Camera da letto Padronale, Stanza del Vescovo, Camera degli Ospiti, Appartamento della Dama di Compagnia.
Nella Torre Longobarda sono disposte su 4 livelli altre 4 camere da letto (3 matrimoniali ed 1 singola), denominate rispettivamente: Camera del Cigno, Camera del Leone, Camera del Corvo e Camera del Templare, collegate fra loro da una scala elicoidale.

Al primo livello della Torre Longobarda (ingresso Piscina) sono collocati 2 bagni attrezzati come sopra.
Nella Foresteria del Castello si trovano due stanze con bagno attrezzato anche uso handicap.
Complessivamente i bagni del Castello sono 18, considerando anche quello di servizio per l’area Museale denominato “il Grottino”, quello di servizio con triplo lavabo in marmo della Sala da Pranzo, quello di servizio denominato “Il Pensile” pertinente con lo Studiolo Padronale e situato al primo piano degli appartamenti padronali, e quello di servizio denominato “Braccio di Montone” adiacente il Salone dei Cavalieri subito al di sotto della Torre Belvedere.

L’Immobile presenta 3 cucine attrezzate: l’antica cucina del Castello al piano terreno; la cucina padronale; al primo piano degli appartamenti padronali adiacente il grande salone padronale e la cucina del piccolo appartamento della Dama di Compagnia al secondo piano degli appartamenti padronali.

Al piano terreno si trovano numerose sale e saloni di rappresentanza anche di grandi dimensioni come:

  • il Grande Salone degli Armigeri – Antica Armeria (oltre 100 mq. il più grande del Castello)
  • l’antico Refettorio dei Capitani, il grande ingresso sul borgo e scala rinascimentale, la sala Neo-Gotica affrescata, la sala di guardia, la sala d’Armi la saletta di passaggio e grottino, l’antica galleria e ingresso principale del Castello la galleria e sala delle collezioni l’ingresso al Parco con i sottostanti cunicoli sotterranei medievali che conducono all’antica cisterna Medioevale tutt’ora esistente la grande sala da pranzo Rinascimentale, l’antica cucina del Castello e l’antica cappella.

Collegato alla Grande Cucina del Castello un ampio Porticato richiudibile con vetrate antisfondamento scorrevoli conduce alle due salette coperte del chiostro, che a loro volta mettono in comunicazione con la Torre Longobarda e le sue gia’ citate camere da letto e relativi bagni.
Un’ampia scala in pietra interna conduce dopo due rampe al piano nobile del Castello e alle citate suite della Contessa Borgia, Dama Bianca Gotica, Vergini e Torre degli sposi.
Dalle suite della Contessa Borgia vi è l’accesso indipendente a un grande terrazzo panoramico a forma quadrata di c.a. 60 mq. che si affaccia sull’antico chiostro e antico cortile interno del Castello.
Dalla Torre Longobarda, attraverso la scala elicoidale interna si accede ai grandi spalti esterni affacciati sul Parco Secolare e al terrazzo panoramico del Castello affacciato sulla piscina e sulla Valle del Tevere, tutti sovrastanti il porticato ed aventi la sua stessa dimensione. Dagli spalti esterni un’ardita scala scavata nella pietra porta alla sommità scoperta della Torre Longobarda stessa che funge da solarium.

Al piano Nobile del Castello sono situate anche la Sala d’Oro, l’antica biblioteca, l’office e la Sala Rinascimentale; attraversando la quale è possibile entrare nella citata Torre degli sposi-mastio principale del Castello divisa in 4 livelli: la Salle de Bain (integralmente affrescata) il Salotto Nuziale e la citata suite matrimoniale della Torre degli Sposi.
Come già citato, al piano terreno di questa Torre è situata l’antica cappella.
Da rilevare come tutto il Piano Nobile del Castello, inclusi i diversi corridoi di collegamento, presenti decori parietali e a soffitto: sia a tempera che a fresco, con motivi floreali, geometrici, naturalistici, scene galanti, scene militaresche di ambito feudale e rinascimentale, scene storiche, ritratti e cartigli con motti in italiano e latino, sempre diversi per ogni ambiente e storicamente connaturati ad esso.
Dal Piano Nobile si accede con tre rampe di scale alla menzionata Suite del Cavaliere e al Grande Salone dei Cavalieri anch’esso interamente decorato a tempera sia al soffitto che alle pareti.

Va ricordato che tutte le suite e le stanze da letto (oltre alla maggioranza delle sale e saloni di rappresentanza) sono munite di televisori HD al plasma Samsung e di collegamento permanente ad Internet con il “sistema ad onde convogliate”. Sistema “Wifi” su tutto il complesso.
Il perimetro complessivo dell’Immobile è di circa 800 mt. comprendendo tre strade.
Il Castello è servito da nove accessi, di cui tre dal Parco (con grandi cancelli in ferro battuto cuspidati e automatizzati), uno dal cortile interno, uno direttamente dal parco collocato sulla facciata principale dell’immobile, tre dal Borgo interno su via della Libertà e uno sul vicolo dell’Ulivo.

Classificazione catastale dell’intera superficie del Castello: D2 (destinazione d’uso commerciale).
Classificazione catastale della sola Cappella privata: B7 (edifici religiosi).

N.B.: oltre ai restauri storico-artistici, che hanno riguardato l’intero compendio immobiliare sia internamente che esternamente, sono stati rifatti completamente secondo le conformità di legge gli impianti elettrici (trifase suddivisa – potenza 70 kw) gli impianti termo-idraulici, gli impianti di allarme e sicurezza, 4 linee telefoniche, gli impianti di approvvigionamento idrico con il posizionamento di grande vasca interrata con pompe ad “inverter” alta pressione, gli impianti fognari, le grondaie in rame, la recinzione, i viali del Parco con rifacimento della massicciata e posizionamento di rete fognaria e di scolo gli impianti antifulmine con reticolato in rame e scarico a terra .
Il Castello ha subito inoltre restauri di consolidamento strutturale secondo le modalità delle leggi anti-sismiche (con certificazione), che hanno comportato il posizionamento fra l’altro di centinaia di micropali nelle fondazioni dell’intero complesso, con la cerchiatura in titanio delle torri, l’alleggerimento delle volte e relativa cerchiatura e bloccaggio, il consolidamento dei piani sovrastanti quelli con soffitti dipinti con l’inserimento di putrelle in acciaio del tipo H. I pavimenti del Piano Nobile in assito di legno sono sospesi con ancoraggio ai muri portanti.
Tutte le coperture dei tetti sono state rinforzate e coibentate ex-novo.
I coppi antichi laddove deteriorati o mancanti sono stati sostituiti con altri coppi antichi della medesima epoca e fattura.

Tutti gli infissi (finestre, porte, inferriate) sono stati restaurati laddove possibile filologicamente.

Diversamente rifatti identici agli originali con utilizzo esclusivo di materiali e metodi realizzativi tradizionali.

Agente Franco Nicola

  • Cellulare : 337-220643
  • Fax : 0141-921542

Franco Nicola

Contatta

Loading...