La Canonica

  • big524_1
  • big524_2
  • big524_3
  • big524_4
  • big524_5
  • big524_6
  • big524_7
  • big524_8
  • big524_9
  • big524_10
  • big524_11
  • big524_12
  • big524_13
  • big524_14
  • big524_15
  • big524_16
  • big524_17
  • big524_18
  • big524_19
  • big524_20

Codice : 1329

  300.000 € - Dimore storiche, Immobili residenziali
260 Mq circa Moncestino/Alessandria Stampa

La proprietà, adiacente alla sacrestia della parrocchia di Moncestino, nasce come canonica intorno alla metà del ‘700.
La struttura, in origine ad un piano solo, prolungava lungo la via di accesso e il giardino la tipologia a manica semplice della sacrestia fino ad una porzione di fabbrica più alta caratterizzata dall’uso del mattone cotto a vista ed elementi strutturali di facciata ad archi sormontati da cornici in rilievo.
Nel corso del secolo successivo venne aggiunto un piano a quello esistente con conseguente cambiamento dell’altezza degli orizzontamenti interni e delle dimensioni delle bucature.

L’attuale ristrutturazione avvenuta nel 2008 ha interessato l’edificio sia internamente che esternamente secondo un progetto estremamente curato nel dettaglio condotto con costante attenzione ai sistemi costruttivi originari e al contesto.
Al fine di valorizzare l’impatto estetico della vecchia facciata ad archi in mattoni, deturpata dall’intervento ottocentesco e, ormai, compresa all’interno dell’abitazione, la nuova rampa di scala in pietra di Luserna è stata collocata in adiacenza al vecchio muro in laterizio restaurato e illuminato da due lucernari inseriti sul nuovo tetto rialzato.
Sul lato sud verso il giardino di proprietà è stato addossato un corpo di fabbrica ben visibile dall’esterno con funzione di ampliamento della biblioteca al piano terreno e terrazzo panoramico al primo piano.
I materiali principali di finitura sono la pietra di Luserna, il legno di rovere (anche antico), il cemento a vista, marmi, travertini, onici, laterizi di recupero, malte e tonachini in calce a toni naturali.
Il tetto interamente rifatto presenta orditura principale in abete uso fiume e manto di copertura in coppi originali. I serramenti in legno laccato sono tutti di nuova formazione così come gli impianti idrico, termico ed elettrico dotati di certificazione e rilascio di agibilità.
Gli scaffali della biblioteca al piano terreno sono ricavati nello spessore del muro mediante l’apertura di una serie di nicchie all’interno delle quali sono state murate lastre in pietra di Luserna per l’alloggiamento dei libri in modo da evitare di ingombrare lo spazio del locale con arredi sporgenti. Tre grandi porte finestre si affacciano su tutti i lati esterni della saletta della musica oggetto dell’ampliamento.
La cucina in muratura rivestita in mosaico bianco e marmo bardiglio ospita un rarissimo lavandino alla genovese anch’esso scavato in un blocco di marmo bardiglio.
Sottili lastre di marmo rosa del Portogallo collocate in punti particolari della facciata a nord fungono da opali per scenografici effetti di luce naturale nelle ore del giorno e da lanterne esterne la notte.
La facciata a sud è stata portata a mattone e pietra da cantone a vista con stuccature e cornici delle finestre in malta antica e spessi davanzali in Luserna.

Cortile e giardino privato completano la residenza.

www.dipaloarchitect.com

Agente Franco Nicola

  • Cellulare : 337-220643
  • Fax : 0141-921542

Franco Nicola

Contatta

Loading...